Il ruolo dell’amministratore

Finalmente anche le Società di capitali possono amministrare condomini, era ora, con la sentenza dell’ottobre 2006, si varca una soglia che si attendeva da anni.
Non ha più senso oramai identificare l’amministratore del condominio, con una persona fisica, perchè fare riferimento ad un singolo individuo, quando le competenze devono essere multidisciplinari?

Tramite la gestione societaria, invece, entrano in campo diversi fattori di tutela: la consistenza patrimoniale a favore del Cliente, la possiblità di interazione con diverse figure professionali, la possibilità di ottenere servizi nemmeno pensabili da un singolo, che – per quanto capace – è solo, e non può possedere gli strumenti di una azienda strutturata.
Facciamo della qualità e della trasparenza il nostro credo, lo facciamo per il Cliente, in modo che abbia la possibilità di scegliere bene.
Chi fra Voi pensa, dovendo scegliere l’acquisto di un prodotto o di un servizio, che la qualità non sia importante, e chi di Voi si pone il problema quando deve scegliere una struttura che lo amministri? su che cosa ci si basa? solo sul prezzo? salvo poi rendersi conto che forse le cose non vanno così bene…. “eh si,…ho risparmiato” ma poi i nodi vengono al pettine.

Noi non ci accontentiamo e pretendiamo che il Cliente faccia lo stesso.  La enorme evoluzione di questo settore, permette oramai solo un gioco di squadra, al fine di apportare valore e qualità al servizio.